TIPOLOGIA DI INTERVENTO

INQUINANTI

OBIETTIVO

RESIDUI PRODOTTI

CONCENTRAZIONE MINIMA RAGGIUNGIBILE

TEMPO DI RISANAMENTO

MAGGIORI ONERI

COSTI COMPLESSIVI

ESPERIENZE IN ITALIA

ARIA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Adsorbimento su carboni

1-6

V

S

M

NA

N

M

SI

Biofiltrazione

3, 5

T

NO

M

NA

N

M

SI

Ossidazione catalitica (alogenati)

1, 2

T

NO

M

NA

N

M

 

Ossidazione catalitica (non alogenati)

3, 4, 5

T

NO

M

NA

N

M

 

Ossidazione termica

3, 4, 5

T

NO

M

NA

N

M

 

ACQUE SOTTERRANEE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IN SITU

 

 

 

 

 

 

 

 

TRATTAMENTI BIOLOGICI

 

 

 

 

 

 

 

 

Biodegradazione con H2O2

3, 4, 5 (1, 2)

T

NO

M

I

GE

I

 

Biosparging

3 ,4 ,5 (1,2)

T

NO

M

I

N

M

SI

TRATTAMENTI CHIMICO-FISICI

 

 

 

 

 

 

 

 

Air Sparging

1, 3, 5

V

G

I

M

N

M

SI

Barriere fisiche

(1-7)

M

NA

NA

M

IN

M

SI

Barriere reattive

1,2,7

T

NO

M

M

IN

I

 

Bioslurping

3, 4, 5

V

G, L

I

M

N

M

SI

Dual phase extraction

4, 5

V

G, L

I

M

GE

M

 

Prelievo acque (pump and treat)

1,2,3,4,5,6,7

V

L

M

I

GE

I

SI

Prelievo della fase libera

2, 4, 5

V

L

I

M

IN-GE

M

SI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Monitoraggio attenuazione naturale

1,2,3,4,5

T

NO

I

P

GE

M

SI

EX SITU

TRATTAMENTI BIOLOGICI

 

 

 

 

 

 

 

 

Bioreattori

1, 2, 3, 4, 5

 

S

M

N

IN

M

SI

Zone umide ricostruite

7 (1, 2, 3, 4)

T

S

I

P

IN

M

 

TRATTAMENTI CHIMICO-FISICI

 

 

 

 

 

 

 

 

Adsorbimento su carboni

2, 4 (1, 5, 6, 7)

V

S

M

N

GE

P

SI

Filtrazione

7

V

S

M

M

N

M

SI

Ossidazione

1, 2, 6 (3, 5)

T

-

M

N

IN

I

SI

Precipitazione

7

V

S

M

I

N

M

SI

Scambio ionico

7

V

S

M

I

N

M

SI

Strippaggio

1, 3 (2, 4, 5)

V

G, L

M

N

GE

M

SI

TIPOLOGIA DI INTERVENTO

INQUINANTI

OBIETTIVO

RESIDUI PRODOTTI

CONCENTRAZIONE MINIMA RAGGIUNGIBILE

TEMPO DI RISANAMENTO

MAGGIORI ONERI

COSTI COMPLESSIVI

ESPERIENZE IN ITALIA

TERRENO, FANGHI E SEDIMENTI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IN SITU

 

 

 

 

 

 

 

 

TRATTAMENTI BIOLOGICI

 

 

 

 

 

 

 

 

Biodegradazione

3, 4, 5 (1, 2, 6)

T

NO

I

P

GE

I

SI

Bioventing

3, 4, 5 (1, 2, 6)

T

NO

M

I

N

M

SI

Trattamento del suolo

1, 2, 5

T

NO

I

M

N

M

SI

TRATTAMENTI

CHIMICO-FISICI

 

 

 

 

 

 

 

 

Aspirazione di aria

1, 3, 5

V

L

I

I

GE

M

SI

Aspirazione di aria termo-incrementata

2,4,6 (1,3,5)

V

L

I

M

IN-GE

I

 

Fratturazione

1,2,3,4,5,6,7

M

NO

NA

I

GE

I

 

Lavaggio in situ (Soil flushing)

1, 2, 7 (3,4,5)

V

L

I

P

GE

P

SI

Separazione elettrocinetica

7 (1, 2, 3, 4)

V

L

I

I

GE

I

 

Solidificazione/ stabilizzazione

7 (2,4,6)

M

S

NA

M

IN

M

SI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Monitoraggio attenuazione naturale

3, 4, 5 (1, 2, 6)

T

NO

I

P

GE

M

SI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

EX SITU

 

 

 

 

 

 

 

 

TRATTAMENTI BIOLOGICI

 

 

 

 

 

 

 

 

Biodegradazione fungina

(1, 2, 3, 4)

T

NO

I

P

GE

M

 

Biopile

1, 2, 5

T

NO

I

I

GE

M

SI

Biorisanamento

3, 5 (1, 2, 4, 6)

T

NO

I

I

N

I

SI

Compostaggio

3, 5 (1,2, 4. 6)

T

NO

I

I

N

M

 

Landfarming

3, 5 (1, 2, 4, 6)

T

NO

I

P

N

M

SI

TRATTAMENTI CHIMICO-FISICI E TERMICI

 

 

 

 

 

 

 

 

Aspirazione di aria

1, 3

V

L

I

I

N

M

 

(Glycolate o Base-catalyzed decomposition)

2, 6 (1)

T

L

M

P

IN - GE

P

 

Desorbimento ad alta temperatura

2, 4, 6 (1, 3, 5)

V

L

M

M

IN - GE

I

SI

Desorbimento a bassa temperatura

1, 3, 5 (2, 4, 6)

V

L

M

M

IN -GE

M

SI

Estrazione con solventi

2, 4, 6 (1, 3, 5)

V

L

I

P

IN - GE

P

 

Incenerimento

2, 4, 6 (1, 3, 5)

T

S, L

M

M

IN - GE

P

SI

Lavaggio ex situ (Soil washing))

2, 4, 5, 7

(1, 3, 6)

V

S, L

I

M

IN - GE

I

SI

Ossido-Riduzione

7 (3, 6)

T, M

S

NA

M

N

I

 

Scavo, trasporto e smaltimento

(1,2,3,4,5,6,7)

V

S,L

M

M

 

P

SI

Separazione

5, 7 (1, 2, 3, 4)

V

S

NA

M

GE

I

SI

Solidificazione/ Stabilizzazione

7 (2, 4, 6)

M

S

-

M

IN

M

SI

Vetrificazione

7 (1, 6)

M

L

NA

I

IN - GE

P

 

 

 

La Tabella, derivata dalla Remediation Technology Screening Matrix (U.S. Environmental Protection Agency, 1994), riporta prevalentemente le tecnologie pienamente disponibili ed esclude quelle a scala di laboratorio o pilota.

Essa presenta le seguenti suddivisioni e simboleggiature.

Tipologia di intervento

Vengono considerati gli interventi prevalentemente indirizzati sui sistemi aria, acque sotterranee e suolo, a loro volta suddivisi a seconda se applicabili in situ o ex situ (on e/o off site); inoltre viene operata un’ultima distinzione a seconda del meccanismo di azione (biologico, chimico-fisico e termico).

Tipologia di inquinante

Gli inquinanti su cui operano gli interventi sono suddivisi nei seguenti grandi gruppi:

1- Composti organici volatili (VOC) alogenati

2- Composti organici semivolatili (SVOC) alogenati

3- VOC

4- SVOC

5- Combustibili (idrocarburi derivati dal petrolio)

6- Pesticidi

7- Elementi e composti inorganici (soprattutto metalli pesanti)

Fuori parentesi sono indicati gli inquinanti su cui è possibile intervenire con maggiore efficacia, mentre tra parentesi si hanno quelli con minore efficacia nell'applicazione del metodo.

Obiettivo

Sotto questa voce compare l'effetto prodotto sul contaminante presente nell'area di interesse da parte dell'intervento previsto; viene infatti indicato l'effetto sulla mobilità (M), sulla tossicità (T) o sul volume (V) della sostanza inquinante.

Residui prodotti

Alla fine del trattamento possono essere generati rifiuti solidi (S), liquidi (L) o gassosi (G), che possono essere introdotti nell'ambiente secondo le normative per le emissioni in aria o nelle acque e per lo smaltimento dei rifiuti.

In molti casi avviene una trasformazione dei composti e quindi non si ha la produzione di residui (NO).

Concentrazione minima raggiungibile

Questo parametro indica la minima concentrazione raggiungibile con la tecnologia adottata ed è da confrontare con gli obiettivi finali del risanamento, come definiti dalle normative esistenti o dalle Autorità di controllo, per la selezione della tipologia di intervento da adottare.

Esso viene così considerato:

Concentrazione migliore (M) : aria n.r (non rilevabile), acque sotterranee < 5 µg/l, terreno < 5 mg/kg

Concentrazione intermedia (I) : aria 0.25-250 mg/kg (rilevabile), acque sotterranee 5-100 µg/l, terreno 5-50 mg/kg

Concentrazione peggiore (P) : aria > 250 mg/kg, acque sotterranee > 100 µg/l, terreno > 50 mg/kg

In alcuni casi non avviene una riduzione della concentrazione, ma un rallentamento nei processi di cessione all’ambiente esterno, come ad esempio con la realizzazione di barriere fisiche e quindi il criterio non risulta applicabile (NA).

 

Tempo di risanamento

Anche in questo caso vengono proposte diverse alternative a seconda della durata prevedibile dell'intervento, che viene così considerata:

Durata migliore (M) : acque sotterranee < 3 anni, terreno (ex situ) < 0.5 anni, terreno (in situ) < 1 anno

Durata intermedia (I) : acque sotterranee 3-10 anni, terreno (ex situ) 0.5-1 anno, terreno (in situ) 1-3 anni

Durata peggiore (P) : acque sotterranee > 10 anni, terreno (ex situ) > 1 anno, terreno (in situ) > 3 anni

Incidenza dei costi

Viene sottolineata la maggiore rilevanza dei costi di investimento (IN) o di gestione (GE) degli interventi, ma in alcuni casi nessuno dei due presenta una incidenza separabile (N) oppure costi di investimento e di gestione sono all’incirca dello stesso ordine di grandezza (IN-GE).

Costi complessivi

Per quanto riguarda questo aspetto sono orientativamente proposti i seguenti costi (aggiornati all'epoca di pubblicazione) al netto di oneri per mobilitazione, smobilitazione e pre e post-trattamento.

Per gli interventi ex situ viene generalmente assunto un ulteriore costo di escavazione per i terreni e le altre fasi solide di 55 $/t; per le acque sotterranee si assume invece un costo di pompaggio di 0.07 $/m³.

Costi migliori (M) : aria 3.17 $/kg, acque sotterranee 0.79 $/m³, terreno 110 $/t.

Costi intermedi (I) : aria 11.33 $/kg, acque sotterranee 0.79-2.64 $/m³, terreno 110-330 $/t.

Costi peggiori (P) : aria > 11.33 $/kg, acque sotterranee > 2.64 $/m³, terreno > 330 $/t.

I costi sono riferiti all’esperienza statunitense e non sono direttamente estrapolabili alla realtà italiana in relazione ai diversi oneri relativi alla disponibilità di impianti, attrezzature e strumentazioni, nonché ai differenti importi riguardanti i reagenti, la manodopera, l’approvvigionamento energetico e gli ammortamenti.

I valori indicati costituiscono comunque un importante elemento di riferimento, da verificare, per la valutazione ad esempio della sostenibilità dei costi di bonifica.

Esperienze in Italia

Viene indicato se esistono siti in cui la tecnica è stata applicata anche in Italia ed in alcuni casi si hanno pubblicazioni su riviste tecnico-scientifiche che descrivono la situazione affrontata ed i risultati raggiunti.